La Tecarterapia

La tecarterapia, o semplicemente TECAR (Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo), è un trattamento elettromedicale non invasivo, utilizzato soprattutto in ambito fisioterapico ortopedico-sportivo, che sfrutta il principio fisico del condensatore.

Consiste in una macchina, che genera energia con segnale in radiofrequenza, veicolata nei tessuti tramite un elettrodo.

L’energia, che in questo modo attraversa il corpo umano, genera un calore interno, detto appunto calore endogeno, che può avere diversi effetti a seconda dell’intensità scelta dall’operatore:

  • Biostimolazione, ovvero l’aumento dei processi metabolici cellulari grazie al maggior afflusso di sangue e consumo di ossigeno cellulare;
  • Analgesico, innalzando la soglia del dolore (quindi abbassando il dolore percepito), grazie alla liberazione di endorfine;
  • Aumento della permeabilità di membrana, con riduzione dei liquidi intercellulari (riassorbimento dell’edema).

La TECAR è in grado quindi di accelerare i fisiologici processi rigenerativi dell’organismo e le riparazioni cellulari, riducendone il dolore associato.

Il terapista adatta il trattamento in base alle caratteristiche del paziente, scegliendo la modalità più opportuna in base ai tessuti da trattare e agli obiettivi riabilitativi. Come tutte le terapie fisiche, è necessaria una prima prescrizione del fisiatra o del medico specialista.

In Overphysio tutti i fisioterapisti hanno seguito un apposito corso di formazione all’uso delle macchine in dotazione alla struttura.

Obiettivi

Gli obiettivi della tecarterapia sono:

  • Riduzione del dolore
  • Riduzione degli stati infiammatori
  • Riduzione dell’edema
  • Recupero delle lesioni muscolari

Patologie Interessate

La TECAR è indicata per trattare problematiche acute e croniche, mostrandosi particolarmente efficace in caso di patologie articolari e muscolari, traumi, algie, tendinopatie, stati infiammatori di varia natura.

Alcuni esempi sono:

  • Lesioni muscolari (contusioni, stiramenti, strappi)
  • Lesioni tendinee o legamentose
  • Fratture
  • Infiammazioni
  • Patologie del rachide (lombalgie, cervicalgie, lombosciatalgie)
  • Pubalgia
  • Lesioni meniscali
  • Fascite plantare
  • Artrite e artrosi
  • Edemi
  • Cicatrici

Controindicazioni

La tecarterapia è un trattamento sicuro e non invasivo adatto a tutti. Tuttavia, è sconsigliato alle donne in gravidanza, ai portatori di pacemaker, ai pazienti con patologie tumorali in atto e ai pazienti con alterazione della sensibilità termica.