Podologo - Rieducazione ungueale

Il trattamento consiste nell'applicazione di una barretta in fibra di vetro (BARRETTA B/S SPANGE) o un filo al titanio sulla lamina ungueale.

Obiettivi

Gli obiettivi sono:

  • rieducare la crescita e la forma dell’unghia;
  • diminuire il dolore a livello del margine ungueale;
  • prevenire l’instaurarsi di onicocriptosi (unghia incarnita).

Patologie interessate

Onicocriptosi (unghia incarnita), alterazione della crescita ungueale (unghia a pinza, involute, a margini ricurvi), unghia post-trauma.

Il metodo Overphysio

Overphysio garantisce il lavoro in equipe con professionisti della riabilitazione. La figura del podologo si inserisce all’interno dell’equipe multidisciplinare e lavora in specifico sul distretto caviglia-piede, integrando la possibilità di altri interventi con la collaborazione di medici e/o fisioterapisti e tecnici ortopedici.

Vengono utilizzati strumenti diagnostici all’avanguardia come l’esame baropodometrico per valutare l’appoggio podalico in statica e dinamica.

Spesso le alterazioni ungueali sono causate da anomalie a livello biomeccanico e/o posturale, per questo motivo è necessaria la visita podologica per stabilire la corretta terapia che può comprendere anche riabilitazione fisioterapica.

Controindicazioni

L’ortonixia è indicata per un’unghia sufficientemente resistente per sopportare il trattamento, in quanto una lamina sottile reagirebbe unicamente in prossimità dei punti di ancoraggio.
Nel caso di ispessimento con ipertrofia del letto i risultati saranno poco soddisfacenti.

L’ortonixia non può essere applicata se la tenuta meccanica dell’unghia non è soddisfacente, in particolare qualora sia alterata in seguito a un fattore traumatico o da un’infezione micotica, nonché da un esostosi sub ungueale o da un tumore glomico.