La riabilitazione nel paziente affetto da sclerosi multipla

Siamo un centro specializzato nella riabilitazione della sclerosi multipla in Toscana. Un’équipe di figure specializzate in fisioterapia, idrokinesiterapia, podologia, logopedia e psicologia studia ogni percorso su misura della persona, a partire dalla cartella clinica. La nostra proposta si basa sull’alleanza terapeutica tra fisioterapista e paziente, per creare quel legame di fiducia e serenità, fondamentale per intraprendere con il giusto approccio un percorso di terapia per la sclerosi multipla.

Vedremo insieme:

Che cos’è la sclerosi multipla?

Si tratta di una patologia autoimmune e degenerativa, che colpisce il sistema nervoso centrale. Per patologia autoimmune, si intende una disfunzione delle difese immunitarie, che riconoscono come estranei i tessuti dell’organismo e li attaccano. Nel caso della sclerosi multipla, gli agenti autoimmuni distruggono nel corso del tempo la mielina, una sostanza che avvolge e protegge le fibre nervose. Al posto della mielina, si formano delle placche gliotiche (delle cicatrici), che impediscono la corretta trasmissione degli impulsi nervosi ai muscoli, causando una progressiva perdita delle funzioni vitali.

Il quadro clinico del paziente con sclerosi multipla è molto variabile e dipende dalla localizzazione delle placche, che possono colpire differenti livelli del sistema nervoso centrale.

Da cosa dipende la sclerosi multipla?

I fattori di incidenza sono diversi e sono tuttora in fase di studio da parte della comunità scientifica. Si tratta di una patologia che può essere ricondotta a più cause: di natura endogena, come la predisposizione genetica ed esogena, come l’esposizione ad agenti tossici.

Quali sono i sintomi della sclerosi multipla?

I sintomi della sclerosi multipla si possono manifestare anche in giovane età e sono il risultato della desincronizzazione progressiva tra impulsi nervosi e aree muscolari. Tra le prime avvisaglie troviamo:

  • difficoltà motorie;
  • dolori muscolari;
  • criticità ad articolare le parole, o a deglutire il cibo;
  • incontinenza;
  • alterazione delle funzioni sessuali;
  • stanchezza cronica;
  • perdita della vista, come diplopia (visione sdoppiata) e strabismo.

Se si ravvisano uno o più di questi sintomi è consigliabile sottoporsi a una visita medica e a test specialistici, come l’esame neurologico o la risonanza magnetica, in modo da ottenere una diagnosi chiara e una panoramica sullo stato d’avanzamento della sclerosi.

Come funziona la riabilitazione in Overphysio per chi ha la sclerosi multipla?

Siamo uno tra i centri di fisioterapia per sclerosi multipla più specializzati in Toscana: ogni trattamento comincia con una valutazione funzionale del paziente. In questa prima fase vengono condivisi gli obiettivi riabilitativi, sia con il paziente stesso che con i caregivers.

Poiché la sclerosi multipla è una patologia che presenta sintomi molto variabili da paziente a paziente, il trattamento non è un unico protocollo comune, ma varia per ogni singola persona. In alcuni specifici casi, il trattamento in palestra può essere integrato con l’aggiunta di fisioterapia in acqua, per raggiungere maggiori risultati.

L’obiettivo è quello di mantenere più a lungo l’autonomia nella mobilità, capacità che, senza un buon trattamento fisioterapico, andrebbe precocemente perduta.

Caratteristica peculiare del trattamento riabilitativo in Overphysio è la possibilità, qualora il terapista lo ritenga utile ai fini del raggiungimento degli obiettivi concordati, di integrare il trattamento a terra con quello in vasca riabilitativa, sfruttando così i vantaggi dati dai differenti setting riabilitativi per potenziare gli effetti del trattamento.

Quali sono gli obiettivi del cammino di riabilitazione della sclerosi multipla?

Gli obiettivi dipendono sempre dalle condizioni fisiche del paziente e possono variare da caso a caso. Ma quelli comuni e auspicabili per ogni percorso sono:

  • rieducazione al passo e al cammino;
  • aumento della tolleranza allo sforzo con un lavoro aerobico;
  • stabilità, in particolare il controllo posturale del tronco;
  • equilibrio;
  • propriocezione, ovvero la capacità di percepire lo stato muscolare;
  • miglioramento dell’umore, grazie all’attività fisica che rilascia endorfine.

Lo scopo finale è quello di mantenere più a lungo possibile l’autonomia dei movimenti e rallentare il processo degenerativo. Il nostro approccio alla riabilitazione per la sclerosi multipla si ispira al modello Bobath: il processo terapeutico si basa sulla ricerca di soluzioni per ottimizzare postura e movimenti del paziente, fino a raggiungere il margine massimo di miglioramento possibile.

Controindicazioni

Non esistono controindicazioni al trattamento riabilitativo.

Soprattutto per quanto riguarda la gestione della faticabilità, il sintomo che spesso da la maggiore disabilità, il lavoro con il fisioterapista contribuirà ad aumentare il livello di resistenza allo sforzo.
In più, tornare a fare movimento e attività motoria in maniera corretta può aiutare a migliorare il tono dell’umore, un altro dei grandi problemi che affliggono le persone con sclerosi multipla.

Iscrizione Camera di Commercio REA PO - 503566 - Capitale versato Euro 40.000