Spalla dolorosa

La spalla dolorosa è una situazione molto comune nella popolazione, sopratutto nella fascia di età medio-alta e può diventare molto invalidante per due ragioni: per l'alto livello di dolore percepito e per l'eventuale riduzione di mobilità, con conseguenze molto impattanti sulle abitudini e sulle necessità della vita quotidiana.

Sicuramente fra tutte le affezioni che colpiscono il sistema muscolo-scheletrico è la condizione più difficile da affrontare, soprattutto per quanto riguarda la tempistica di risoluzione che spesso può essere molto lunga.

Il tipo di approccio di terapia manuale indicato dipende da come si manifesta la sintomatologia nel paziente.

Se al dolore è associata una riduzione più o meno grave della mobilità, prevarrà un intervento molto più diretto sull'articolazione poiché spesso si instaurano condizioni infiammatorie pregresse con conseguente capsulite, che nei casi più gravi di limitazione funzionale può essere definita “adesiva”.

Quando invece al dolore non è associata riduzione della mobilità e funzionalità articolare, le procedure dell'intervento manuale saranno principalmente dirette su strutture extra-articolari, che possono essere quindi di carattere miofasciale e/o viscerale, ma anche tecniche di mobilità neuronale con le quali si va ad agire sul plesso brachiale, cioè la struttura che innerva l'arto superiore.

Obiettivi

Il principale obbiettivo del trattamento è quello di ridurre e interrompere il dolore prima possibile e recuperare la funzionalità completa dell'articolazione

Patologie interessate

Le patologie che è possibile trattare sono la cervicobrachialgia, brachialgia e la spalla congelata.

Il metodo Overphysio

Una volta riacquisita la funzionalità articolare ed eliminato il dolore, è fondamentale il recupero della muscolatura che, a causa della limitazione dell'articolarità anche per molti mesi, necessità di un intervento specifico di rinforzo in palestra mediante sedute almeno bisettimanali con un programma specifico per il recupero della spalla.