Fibromialgia - Ridurre il dolore con la riabilitazione

Home » Temi » Patologie » Fibromialgia

Fibromialgia

Posted on

Fibromialgia Prato - Riabilitazione

Cosa è la fibromialgia

La fibromialgia è la seconda malattia reumatica più comune;  ne risulta affetto dal 2 all’8% della popolazione ed è caratterizzata dalla presenza di un dolore cronico, localizzato in sedi ben definite.

I pazienti affetti da fibromialgia riferiscono di avere una storia di dolore cronico molto lunga, durante la quale il dolore si è manifestato più volte e in punti diversi del corpo.

Oltre al dolore, che è sempre presente, i sintomi più comuni sono: l’affaticabilità, il sonno non ristoratore, i disturbi dell’umore e la presenza di problematiche a livello cognitivo; tali sintomi sebbene comuni, non si manifestano in tutti i pazienti.

Il dolore è comunque il sintomo più evidente e importante; può essere definito come dolore centralizzato, in quanto connesso al Sistema Nervoso Centrale, che ne amplifica l’intensità percepita dal paziente. In pratica, quando il paziente viene sottoposto ad uno stimolo periferico che causa dolore, la percezione di quest’ultimo viene alterata dal Sistema Nervoso Centrale, restituendo al paziente una sensazione molto più forte del normale.

I fattori scatenanti la fibromialgia non sono noti con certezza; si ritiene che possano contribuire allo sviluppo della patologia diversi fattori, come lo stress , l’infezione di alcuni virus, dei traumi importanti (come per esempio un incidente stradale), o anche altre condizioni caratterizzate dalla presenza di un dolore cronico, quali l’osteoartrosi, l’artrite reumatoide e il lupus.

La fibromialgia può essere definita primaria (o idiopatica) se non è associata a nessun’altra patologia; secondaria, se viene invece diagnosticata in concomitanza ad altre patologie, soprattutto croniche.

Riabilitazione come trattamento della fibromialgia

Secondo L’EULAR (EUropean League Against Rheumatism) il trattamento riabilitativo è quello con maggiore efficacia. La riabilitazione, se effettuata da personale qualificato ed esperto, è sicuro e ad un costo/efficacia relativamente basso.

L’esercizio riabilitativo (da non confondere con la pratica del massaggio) può essere condotto secondo diverse modalità: il paziente può essere seguito in sedute in studio, oppure in acqua. In entrambi i casi l’obiettivo finale è il miglioramento della condizione psico-fisica del paziente e la riduzione o risoluzione del dolore.

Nel Centro Overphysio di Prato è possibile effettuare entrambi i percorsi di riabilitazione specifici per la fibromialgia, sia a terra che in acqua.

In Overphysio i trattamenti di riabilitazione per la fibromialgia sono effettuati esclusivamente da fisioterapisti laureati e, per la riabilitazione in acqua, con master Universitario in idrokinesiterapia.

Fibromialgia e riabilitazione in Acqua a 32°

La piscina con acqua calda a 32 gradi di Overphysio, è adatta ad accogliere i pazienti affetti da fibromialgia, garantendo per essi il massimo rilassamento muscolare in un ambiente micro-gravitario e non traumatico per il corpo.

L’acqua abbraccia il corpo in tutta la sua superficie costituendo un guscio protettivo contro il dolore e la fatica. La rigidità nei movimenti scompare appena il corpo viene immerso e con la guida di un fisioterapista si può ottenere un rilassamento completo in una atmosfera calda e piacevole.

  • Con il trattamento di riabilitazione in acqua, specifico per la fibromialgia è possibile ottenere:
    Rilassamento muscolare
  • Riduzione dell’affaticabilità grazie all’ambiente microgravitario
  • Riduzione della soglia del dolore
  • Riduzione delle rigidità
  • Miglioramento del management della sintomatologia a lungo termine
  • Tonificazione e incremento della forza attraverso programmi di esercizi a bassa affaticabilità

Per maggiori informazioni sui percorsi riabilitativi specifici per la fibromialgia è possibile contattare lo staff Overphysio.